FRANCIACORTA.

Franciacorta vista panoramica dei vigneti in direzione lago d' Iseo

Dove si trova la Franciacorta. 

La Franciacorta si trova in Italia situata in regione Lombardia nella provincia di Brescia ed occupa la zona ovest del bresciano.
Per rendere più intuitiva la localizzazione guarda l' immagine qui sotto.

Franciacorta geografia paesi appartenenti

Cenni Storici:

Tracce di antichi insediamenti in questa zona li troviamo molti secoli fa: ne sono esempi i rinvenimenti di tracce di vinaccioli di epoca preistorica e le tracce di palafitte rinvenute nelle Torbiere del Sebino. Sicuramente significativi sono i testi di Plinio, Columella e Virgilio che documentano la coltura della vite fin dall'antichità. I documenti attraverso i quali possiamo ricostruire la nascita del nome Franciacorta risalgono all'Alto Medioevo, nei quali troviamo descritto l'operato laborioso dei monaci che appartenevano ad importanti ordini monastici, tra i quali quello bresciano di San Salvatore fondato dal re longobardo Desiderio. Fu infatti grazie all'operato di questi instancabili monaci che creando canali di irrigazione, marcite in pianura, frutteti e vigneti in collina che questo territorio poco alla volta prese forma e si sviluppò. Le corti monastiche furono ricompensate ottenendo l'esenzione dal pagamento di dazi e tributi, divenendo “francae curtes”: da qui Franzacurta, il toponimo di Franciacorta. Una terra da sempre dedita al lavoro ingegnoso e alla coltura e cultura della vite.

Quali territori comprende la Franciacorta.

E' difficile poter rispondere in maniera certa a questa domanda in quanto
la Franciacorta ha origini storiche lontane, e le documentazioni trovate fino ad oggi
sono spesse frammentarie e libere d' interpretazioni.

E' certo che questo territorio franciacortino venga indicato storicamente come una
porzione di territorio che si estendeva da Brescia ( iniziava a pochi chilometri fuori dal centro storico cittadino bresciano
in direzione ovest)  fino all' estermità meridionale del Lago d' Iseo. (Provaglio d' Iseo, Iseo, Clusane, Paratico)
 
Secondo il Consorzio per la tutela del Franciacorta (cioè L' organo che racchiude in sè tutti i produttori vinicoli
della zona e che negl' anni a promosso e volorizzato questo lembo bresciano in tutto il mondo grazie ai suoi vini)  
i comuni che compongono la franciacorta sono 18 e nel dettaglio:
Adro, Capriolo, Cazzago San Martino, Cellatica, Coccaglio, Cologne, Corte Franca, Erbusco, Gussago, Iseo,
Monticelli Brusati, Ome, Paderno Franciacorta, Paratico, Passirano, Provaglio d'Iseo, Rodengo-Saiano e Rovato.

Dagli anni '90 in poi questi territori sono sempre più divenuti famosi e d' interesse mondiale per la
loro capacità di vinificare ottimi vini. Questa mediaticità ha anche portato i comuni adiacenti a rivendicarne
il diritto di appartenenza franciacortina, e attraverso studi più approfonditi dei propri
documenti storici comunali han rivendicato il diritto di farne parte e nel 2012 anche l' enciclopedia multimediale
WIKIPEDIA alla voce dei cumuni di appartenenza ne vede indicati non più 18 ma bensì 21, oltre a quelli sopra citati si inseriscono:
Castegnato, Palazzolo e Ospitaletto.
Solo Palazzolo è un comune che ha produzioni vinicole all' interno del proprio territorio inserite nel consorzio vitinicolo, mentre Castegnato e Ospitaletto pur non presentandone ne rivendicano la partenità sostenendo che la Franciacorta non è solo "territorio di vini" ma anche tanto altro.
Ad oggi, quindi, la diatriba tra quali siano i comuni appartenenti alla Franciacorta è ancora accesa.  

Franciacorta i comuni appartenenti

Questa è la nostra versione

Noi consideriamo appartenenti alla franciacorta i seguenti territori:

  1. Adro
  2. Capriolo
  3. Cazzago San Martino
  4. Cellatica
  5. Coccaglio
  6. Cologne
  7. Corte Franca
  8. Erbusco
  9. Gussago
  10. Iseo
  11. Monticelli Brusati
  12. Ome
  13. Paderno Franciacorta
  14. Paratico
  15. Passirano
  16. Provaglio d'Iseo
  17. Rodengo-Saiano
  18. Rovato
  19. Castegnato

 

Origine del nome Franciacorta.

Per la mancanza di documentazione storica esaustiva il nome "FRANCIACORTA" ad oggi risulta di difficile interpretazione e definizione e la teoria
più accreditata sia che l' origine del termine Franciacorta deriva da “curtes francae”, cioè quelle piccole comunità di monaci benedettini insediate
nell’ Alto Medioevo in zona collinare vicino al Lago d’Iseo che erano esentate dal pagamento dei dazi, ai Signori e al vescovo, per il trasporto ed il commercio
delle loro merci in altri Stati o possedimenti, poiché i frati erano dediti alla bonifica dei territori assegnati e istruivano i contadini alla coltivazione dei campi.
Infatti le “curtes” erano i principali centri di commercio dell’epoca.

Popolarità moderna della Franciacorta.

E' indiscutibile che la popolarità moderna della Franciacorta sia legata al mondo vinicolo.
Grazie al connubio tra le sapienti capacità delle aziende agricole supportate da
un territorio genuino,generoso e predisposto geneticamente a tali coltivazioni, hanno caratterizzato
negli anni la produzione e proliferazione di ottimi vini amati e conosciuti in tutto il globo.

Per offrirti un buon servizio utilizziamo i cookies. Info cookie.

Acconsenti?