Monte Orfano In evidenza

52.jpg
52.jpg
1071.jpg
53.jpg
54.jpg
55.jpg
56.jpg
57.jpg
58.jpg
59.jpg
60.jpg
61.jpg
62.jpg
63.jpg
64.jpg
65.jpg
157.jpg
156.jpg
158.jpg

Dettaglio

Indirizzo
Via Pie di Monte, Rovato, Italia, 25038
Prezzo Medio
€0.00
Il Monte Orfano comprende 4 comuni in Franciacorta: -Rovato -Coccaglio -Cologne -Erbusco L' ideale per escursioni,passeggiate,gite,pranzi al sacco,pic nic,picnic,grigliate,trekking,quattro passi in Franciacorta. Gli ingressi e percorsi sono innumerevoli ed è impossibile perdersi essendo un monte molto piccolo e confinante con i quattro paesi.I percorsi sono adatti a persone di tutte le età dai più grandi ai più piccini. Il seguente itinerario escursionistico è stato programmato dalla sezione Rovatese del C.A.I.. La camminata indicata è facile e adatta anche ai più piccoli; il tempo dell'intero percorso è di circa tre ore e mezza. S. Stefano è il punto di partenza suggerito a chi si accinge a visitare il Monte. Salendo per la strada acciottolata che porta al Convento dell'Annunciata, alla sinistra della proprietà Cantù, l'escursionista osserverà le colture d'ulivi, chiara testimonianza del clima mite della nostra zona. Dal piazzale del convento la strada si divide; il C.A.I. propone di seguire la cresta del monte passando, davanti alla chiesetta di S.Michele risalente al X secolo, recentemente restaurata con il contributo della locale sezione dell'Avis che l'ha trasformata nel "Tempio del donatore". Nella zona della Chiesetta esiste una piccola grotta rotonda con un diametro di 4 metri circa contenente una pozza d'acqua limpidissima, probabilmente serviva come raccolta d'acqua piovana. Dopo la chiesetta il visitatore troverà l'imponente monumento ai Caduti, la capanna degli alpini ed il laghetto, originariamente una cava di pietra, che nei periodici di siccità tende a prosciugarsi. Il percorso procede verso la croce di Coccaglio: passando attraverso la cascina Genovesina si arriva alla croce di Villa Pedergnano da dove parte un sentiero che, in un'ora circa, scende a Villa. Gli escursionisti che nel viaggio di andata non volessero seguire la cresta del monte, dopo la Cascina Genovesina, piegando verso Coccaglio a mezza costa troveranno il sentiero dei cacciatori dal quale proseguire verso la capanna degli alpini di Cologne. Quest'ultimo percorso è più lungo rispetto a quello qui consigliato. Dalla croce di Villa ci si inoltrerà in un boschetto di castagni, dopo averlo superato l'escursionista si riporterà allo scoperto nella pineta del Monte di Cologne ed Erbusco. Dalla croce di Cologne il panorama è stupendo: a Nord si vedono il lago d'Iseo con Monte Isola e le montagne bergamasche, a sud, nei giorni limpidi, gli Appennini e il Monte Rosa. Percorrendo questo sentiero in primavera si possono ammirare delle bellissime fioriture di crocus bianche e azzurre e l'anemone Pulsatilla dai toni blu e gialli. Dalla croce, scendendo alla capanna degli alpini di Cologne, si raggiungerà un incantevole boschetto di betulle. Nella zona esiste una grotta chiamata Laca, profonda una ventina di metri. Sul fondo, uno strettissimo cunicolo la collega con una saletta non molto grande con stalattiti e stalagmiti. Per accedervi sono necessarie oltre alla relati
Voti
0 vota
Preferito:
0
Mappa

Per offrirti un buon servizio utilizziamo i cookies. Info cookie.

Acconsenti?